• Come arredare casa

    Vediamo insieme 13 consigli.

    26/02/2021

    Quando si arreda una casa si è catturati letteralmente da tantissimi stimoli, che oggi con internet e i social si sono moltiplicati, questi ci riempiono di informazioni e ispirazioni, ci fanno innamorare delle soluzioni più svariate a cui alla fine ci convinciamo di non poter rinunciare. Non lasciarsi ingannare dalle case da copertina, tenere a mente la propria routine.
    Scegliere gli artigiani per i mobili su misura non solo dal prezzo.
    Tenere sempre a mente lo stile della propria casa.
    Sono proprio tutti questi impulsi che, facendoci dimenticare della nostra realtà, ci portano a commettere degli errori,perché i nostri ambienti poi diventano nostri nemici, anziché essere luoghi confortevoli a cui tornare.
    Vediamo insieme 13 errori da evitare in questa meravigliosa avventura.
    1. Farsi prendere dalla fretta nell'arredamento casa
    La fretta è la nostra più grande nemica. Vero è che vorremmo subito vedere la nostra casa completa come quelle case bellissime che abbiamo visto su quella rivista famosa, ma rischiamo di fare degli acquisti sbagliati, che poi ci si ritorceranno contro,meglio, invece, avere innanzitutto un progetto da seguire, per non lasciare tutto al caso o all’estro del momento, perché da qui potrebbero venire gli errori che vedremo nei paragrafi successivi.
    2. Mixare stili troppo lontani
    Altro errore da evitare è di non tenere conto dello stile della casa e prendere cose un po’ a fortuna, così come capitano sulla nostra strada.
    Il mix&match è molto di moda negli ultimi anni, ma per quanto possa apparire dettato dal caso, dietro ci deve essere comunque uno studio.
    Ci sono stili che si sposano molto bene tra di loro e altri che invece fanno proprio a pugni.
    Ognuno ha uno stile proprio e questo ci sta, ma in questo caso lasciarsi guidare esteticamente dalle combinazioni già sperimentate e visibili sui siti o sulle riviste è un’ottima idea.
    3. Sbagliare il colore
    Come per lo stile anche il giusto colore merita un’attenzione in più. Esiste una psicologia del colore che associa a ogni colore una funzione o un mood caratteristico. Anche per questo è bene farsi guidare per evitare di mettere ad esempio un rosso dove ci si deve rilassare. Errori da non fare assolutamente sono i disegni alle pareti che modifichino lo spazio in modo sbagliato.
    4. Accostare troppi materiali diversi
    Usare pochi materiali che stanno bene insieme e, che nel segnare magari varie funzioni, hanno tra loro una certa armonia. Materiali diversi accostati sapientemente. Lo stesso vale per i mobili e i complementi. Va bene il mobile classico come pezzo singolare da valorizzare in mezzo ad altri elementi moderni, ma prenderne vari di varie provenienze, colori e materiali e mixarli senza una regola crea confusione e disarmonia.
    5. Dimenticare le proprie esigenze
    Fondamentale è tenere ben presenti le esigenze proprie e quelle delle persone che vivono con noi, al fine di scegliere tutto quanto sia giusto per tutti. Nell'arredare tenere sempre conto delle proprie esigenze.
    Teniamo sempre a mente quando guardiamo le riviste che quelle lì rappresentate sono case da copertina, ripulite e sistemate per essere fotografate e presentate al mondo, ma sono lontane dal vivere quotidiano. Molto probabilmente, anzi, in quella casa tutta bianca e perfetta nei giorni normali sul ripiano ci sono macchie di caffè lasciate nella fretta della colazione o i giochi dei bambini sparsi in salotto. Scegliere i complementi più adatti ai nostri spazi vissuti. Proprio rispettando le nostre esigenze riusciremo a capire quanti e quali spazi contenitore ci occorrono, quale tappeto è più giusto per evitare che nostro figlio ci scivoli sopra o che il nostro animale domestico lo riempia di peli.
    6. Disporre i mobili casa
    La disposizione dei mobili è un altro fattore importante.
    Siamo portati a pensare che questi debbano essere posizionati tutti lungo le pareti, mentre invece ce ne sono certamente alcuni che per forza di cose vanno messi così, ma lo spazio centrale non va lasciato vuoto, affinché non si rischi di creare un campo di calcio.
    Pertanto, vanno innanzitutto tenuti liberi tutti gli spazi di passaggio e di manovra, va evitato di riempire troppo l’ambiente e poi si possono disporre i mobili in modo che ognuno sia nel posto in cui effettivamente può svolgere al massimo la funzione per cui è fatto.
    Disporre i mobili non necessariamente appoggiati alle pareti
    Altra cosa, per non avere ambienti troppo statici, è preferibile mixare tra mobili squadrati e curve organiche o disporre alcuni arredi secondo delle diagonali che rendono il tutto più dinamico.
    In questo ultimo caso le diagonali di uno stesso ambiente devono avere tutte lo stesso angolo di inclinazione, per evitare linee caotiche.
    7. Sbagliare le dimensioni
    Prendere un arredo troppo grande o troppo piccolo è un altro errore comune, di cui ci si accorge solo purtroppo quando vengono ad installarlo.
    Prima di fare qualsiasi acquisto, quindi, è bene prendere sempre le misure degli spazi e delle pareti su cui appoggiare alcuni arredi.
    Selezionare gli arredi in modo proporzionato con il contesto
    Inoltre, ogni elemento va ben proporzionato rispetto al suo contesto.
    Un divano grande in uno spazio piccolo lo farà sembrare ancora più ridotto, oltre a creare problemi di circolazione interna.
    Viceversa, un divano troppo piccolo in uno spazio grande darà un senso di vuoto e di poco curato.
    8. Scegliere il professionista sbagliato
    Se si decide di farsi fare su misura alcuni arredi, bisogna fare attenzione a selezionare gli artigiani giusti, non guardando solo al prezzo, ma molto alla qualità della lavorazione e dei materiali che utilizza.
    Gli artigiani per i mobili su misura vanno valutati non solo per il prezzo
    Lasciamoci guidare dal portfolio di quel falegname e/o dalle esperienze che di lui hanno fatto altre persone. In questo ci aiutano molto le recensioni che oggi sono diventate un must per gli acquisti online.
    9. L’illuminazione nell’arredamento di una casa
    La luce non deve essere assolutamente trascurata, perché è l’elemento che determina fortemente la nostra percezione dello spazio e il modo in cui lo viviamo.
    Non basta una sola fonte di luce al centro della stanza, come si faceva una volta, ma ogni funzione deve avere la sua giusta illuminazione.
    L'illuminazione disegna gli ambienti
    Anche per questo ci sono degli studi specifici che vengono messi in pratica dagli specialisti del settore, i light designers, capaci di creare vere e proprie magie o semplicemente di garantire il giusto comfort in ogni ambiente.
    10. La giusta tenda
    Che dire poi delle tende? Anche queste vanno scelte con cognizione di causa. Devono filtrare la luce senza oscurarla, devono quindi essere barriere ma non troppo.
    Tende lunghe o corte: sceglierle secondo la propria routine
    In stanze o angoli poco percorsi si può optare per una soluzione più estetica come quella delle tende lunghe, che formano nuvole ai piedi delle finestre.
    Questa, però, è una soluzione che non si adatta quando si possono sporcare facilmente, per cui, in quel caso, per esempio in salotti molto frequentati o con presenza di bambini e animali, è bene avere delle tende che arrivino ad almeno 5 cm da terra.
    11. Arredi e complementi sparsi
    Disordine e sproporzione vengono create anche da oggetti messi a caso sui mobili o quadri posizionati altrettanto a casaccio. I complementi, che si tratti di vasi, di quadri, di cuscini, e altro, devono essere raggruppati, meglio se in numero dispari. Raggruppare gli oggetti per avere maggiore armonia.La soluzione migliore è quella del trittico che genera armonia.
    12. Non dare spazio al verde
    Fatta la casa dobbiamo darle vita e, a parte la nostra presenza e quella della luce, non possiamo che portargliela con le piante. Ci sono piante per ogni ambiente e ogni condizione di luce.
    Non dimenticarsi delle piante che rendono viva la nostra casaEsse ci aiutano anche ad assorbire le sostanze nocive che ci possono essere in casa.
    13. Non dimenticare le detrazioni fiscali
    Non dimenticatevi che se avete in corso una ristrutturazione, gli arredi sono detraibili grazie al bonus mobili, facendosi fare regolare fattura e pagando con bonifico parlante o più semplicemente con una carta di credito.

    Indietro